Crea sito
Travel

TRE GIORNI A MOENA: HOTEL, TREKKING, SPA

Come ben sapete sono la sorella mancata di Heidi, quindi anche quest’anno sono tornata sulle mie montagne per l’anniversario. Viste l’interesse riscontrato su Instagram di questa vacanza in montagna ho pensato di raccogliere tutte le vostre domande e scrivere un articolo che possa esservi utile.

DOVE ALLOGGIARE

Abbiamo pernottato al Central Hotel Moena, la proprietaria Elisa è una persona deliziosa. Ci ha fatto scegliere la camera che più ci piaceva (abbiamo scelto l’ultima della torre), dato indicazioni per pranzi e cene con tanto di carnet sconti e spiegato tutti i loro servizi. Ci ha mostrato la Spa dell’hotel, dicendoci anche della possibilità di prenotarla solo per noi con fragole e champagne. Una meraviglia.

Le camere le immaginavamo belle, ma non così. La nostra oltre a essere super spaziosa e dotata di tutti i comfort aveva una vista meravigliosa sul centro di Moena e sullo sfondo le montagne. Mozzafiato e davvero romantica. (Sul mio instragram trovate anche il video della camera)

Per il pomeriggio, vista la pioggia, Elisa ci ha consigliato una bella giornata di SPA all’Hotel Maria (hotel convenzionato con loro).

Abbiamo lasciato la dormigliona Arya in camera e abbracciati sotto al piccolo ombrello che ci eravamo portati abbiamo raggiunto l’hotel a pochi passi da li. 

Il personale veramente cordiale ci ha fornito tutto il kit spa e ci ha indirizzato al percorso benessere. Non potete immaginare la grandezza e la bellezza di quel posto. Sauna, bagno turco, docce emozionali, sale relax con tisane e frutta, piscine, idromassaggi. Un posto magico, silenzioso e davvero ben organizzato.  Non ci siamo fatti mancare il massaggio relax dalle esperte mani di Arianna, imperdibile per concludere in bellezza il percorso.

La sera abbiamo cenato alla locanda Kusk, un locale davvero carino, pieno di luci, tavoli di legno e buon cibo. Stra consigliata la pizza. Un’altra nota positiva è che accettano i cani senza problemi, quindi la mia cicciona ha cenato con noi pappandosi tutte le croste della mia pizza. 

Dopo una notte di riposo, ad allietare il risveglio è stata la colazione; per quanto era abbondante e buona, nessuna descrizione gli renderebbe merito. Tutti prodotti freschi e di pasticceria, varietà di dolci e salati, bibite di ogni genere, spremuta fresca, yogurt, marmellate, prodotti tipici, insomma un sogno.

Ci siamo sentiti coccolati, accontentati in tutto e abbiamo ricaricato le energie. In questo hotel Arya è stata trattata da principessa e ben accetta, che per le mamme di pelosi come me è fondamentale. Aspettiamo l’inverno per tornare con la neve, sarà ancora più romantico!

ESCURSIONI IN MONTAGNA

Viste le tante richieste sui social sui posti che abbiamo visto ho pensato di elencarvi i più belli. Vi anticipo che non abbiamo fatto percorsi estremamente impegnativi perché Arya si stanca in fretta, ma abbiamo visto dei posti incantevoli. 

Il primo posto che mi sento di consigliarvi é la terrazza delle Dolomiti. Abbiamo raggiunto passo pordoi in auto e poi preso la funivia che ci ha portato alla vetta. Il posto è indescrivibilmente meraviglioso. La vista è pazzesca. Arya ha corso come una matta sulla neve che ancora non era sciolta e noi ci siamo goduti lo spettacolo che avevamo intorno. Il prezzo della funivia non è sicuramente economico, ma vale assolutamente per quello che vedrete. I cani hanno l’obbligo della museruola in cabinovia, se non la avete la forniscono loro. 

Secondo: Cascate di Cavelese. C’è un percorso bellissimo in mezzo ai boschi fino alla cascata di acqua gelida in cui Arya ha fatto il bagno quasi trascinandomi con lei. Abbiamo mangiato un panino con speck e formaggio godendoci la vista. 

Terzo: Baita alle cascate. Il percorso per arrivare alla baita è piuttosto lungo e in salita. Si incontrano tanti chalet, vendita di prodotti tipici e zone ristoro. Arya era morta già a metà, ma arrivati si apre una vista fantastica  sulla cascata. Abbiamo mangiato una fetta di Sacher e ammirato il paesaggio sdraiati sul’erba fresca. C’è la possibilità di prendere il trenino o navetta (andata e ritorno) per arrivare in cima senza fare la strada a piedi.

 Quarto: rifugio fuchiade. Un percorso in mezzo a mille casette di legno, mucche che pascolano, corsi d’acqua e montagne meravigliose. Arrivati in cima la valle si apre per concedervi uno spettacolo per gli occhi. Questo è stato uno dei miei percorsi preferiti. Abbiamo mangiato i panini stesi sull’erba, Arya ha fatto il bagno in una fonte è corso come una matta sui prati infiniti. C’è anche un rifugio dove poter ristorarsi e mangiare piatti deliziosi. Anche qui abbiamo visto un servizio navetta nel caso si fosse impossibilitati a fare il percorso a piedi. 

Quinto: Lago di Carezza. C’è la possibilità di passeggiare tutto intorno al lago che ha un colore molto suggestivo. Non si può arrivare all’ acqua quindi Arya non ne è stata troppo contenta. La nota dolente di questo posto è che c’è sempre troppa gente. Intorno ci sono moltissimi altri percorsi in mezzo ai boschi in cui proseguire la passeggiata. 

Spero questo articolo possa esservi utile se state pensando ad una vacanza in montagna. Nel caso conosceste altri percorsi o posti belli da vedere scrivetemi nei commenti, è bello scambiare consigli!

A fine luglio la nostra nuova tappa sarà il lago di Braies.. non vedo l’ora! Buone vacanze a tutti!

INFORMAZIONI UTILI

Central Hotel Moena ([email protected]) Elisa saprà consigliarvi la soluzione migliore per la vostra vacanza.

No Comments
Previous Post
10 Luglio 2019